Asia centrale (Kirghizistan, Tagikistan, Uzbekistan)

Negli Stati dell’Asia centrale (Kirghizistan, Tagikistan e Uzbekistan) la Svizzera è attiva nei settori dell’acqua, del buongoverno e dello sviluppo economico sostenibile, promuove misure per mitigare le conseguenze del cambiamento climatico e sostiene la cooperazione regionale.

Cartina della regione Asia centrale (Kirghizistan, Tagikistan, Uzbekistan)
© DFAE

L’Asia centrale è composta da Kazakstan, Kirghizistan, Tagikistan, Turkmenistan e Uzbekistan, cinque Paesi che sono diventati indipendenti nel 1991 con la dissoluzione dell’Unione Sovietica e che, pur essendosi sviluppati in maniera diversa, devono affrontare sfide simili, come un limitato accesso ai processi decisionali pubblici e difficoltà nel promuovere un’economia diversificata. Il cambiamento climatico influirà in modo determinante sulla disponibilità di acqua nella regione. In Asia centrale la Svizzera si impegna per la pace, la prosperità e la coesione sociale e sostiene progetti tesi ad attenuare le conseguenze del cambiamento climatico. In questo si orienta agli Obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS) dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

Acqua, infrastrutture idriche e cambiamento climatico

Utilizzo sostenibile della preziosa risorsa

La Svizzera sostiene gli Stati dell’Asia centrale nell’adottare congiuntamente misure basate su dati scientifici per promuovere un impiego delle scarse risorse idriche che sia resiliente al cambiamento climatico, sostenibile e inclusivo. La popolazione deve essere protetta dalle catastrofi naturali, avere accesso ad acqua potabile e poter fruire di sistemi di eliminazione delle acque di scarico. La Svizzera promuove dunque una pianificazione e un utilizzo sostenibili dei bacini fluviali nonché l’introduzione del principio della gestione integrata delle risorse idriche (IWRM) nelle legislazioni nazionali. Promuove inoltre la cooperazione transfrontaliera nel settore idrico e la diplomazia dell’acqua. 

L’acqua: una risorsa vitale minacciata

Buongoverno, diritti umani e servizi pubblici

Buongoverno inclusivo e responsabile

Il contesto nazionale e politico dei singoli Stati dell’Asia centrale presenta notevoli differenze ed è per questo che il portafoglio svizzero in materia di governance è altrettanto diversificato. Nei tre Paesi nei quali è attiva, la Svizzera opera per far sì che la popolazione partecipi ai processi decisionali pubblici che la riguardano, conosca i propri diritti e possa esprimere la propria opinione. Sostiene inoltre le autorità locali affinché il loro operato sia più efficace e trasparente, e difende le minoranze etniche e altri gruppi particolarmente vulnerabili della popolazione.

Advocacy e buongoverno

Sviluppo economico sostenibile

Imprese verdi e opportunità per tutti

L’economia dell’Asia centrale è stata gravemente colpita dalla pandemia di COVID-19. La Svizzera sostiene la ripresa e la ricostruzione di un’economia resiliente e inclusiva in questi Paesi. A tal fine, promuove riforme che favoriscano migliori condizioni economiche, aiuta le PMI a creare posti di lavoro e si impegna per plasmare un settore finanziario responsabile, inclusivo e trasparente, oltre a sostenere la formazione di lavoratrici e lavoratori in settori rilevanti per il mercato.

Sviluppo del settore privato e servizi finanziari

Istruzione di base e formazione professionale

Approccio e partner

La Svizzera appoggia le riforme in corso in Asia centrale dall’inizio degli anni 1990 e coordina strettamente le proprie attività con i partner coinvolti.

La strategia di cooperazione 2022–2025 viene attuata dalla Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) e dalla Segreteria di Stato dell’economia (SECO). 

Partner importanti della Svizzera in Asia centrale:

  • organizzazioni non governative locali e internazionali
  • organizzazioni multilaterali, come il PNUS, le banche di sviluppo (BERS, AsDB) e le istituzioni di Bretton Woods
  • organizzazioni della società civile
  • partner nazionali del settore pubblico e dell’economia privata

Links

Progetti attuali

Oggetto 13 – 24 di 25

National Water Resource Management Project in Uzbekistan

01.01.2020 - 31.12.2023

The project supports the water sector reform through the development of an Integrated Water Resources Management (IWRM) - based strategic framework that ensures equitable and fair water distribution among all water users. This will allow the Ministry of Water Resources (MoWR) to efficiently and effectively manage water resources leading to increased water productivity and improved livelihoods of the rural population in Uzbekistan.



Public Services Improvement

01.05.2019 - 31.07.2024

To improve people's quality of life, municipalities have to deliver efficiently and effectively services such as safe drinking water, waste collection, cultural facilities in a socially inclusive and gender responsive manner. In rural Kyrgyzstan, their capacities still need to be improved in a sustainable way. To achieve this, the project will develop the municipalities' support system which shall then provide adequate counseling and training to those municipalities not only today but also in the long run. 


Budget Support to the health SWAp in the Kyrgyz Republic

01.05.2019 - 30.06.2026

Health sector reform is a priority of the Kyrgyz Government. Considerable improvements of the health status of the population were achieved in the last years. Yet, additional efforts have to be done to improve cost-effectiveness of the health system. The Kyrgyz Government approved its Health Strategy 2030, in view to strengthen primary health care, improve the quality of services and promote public health. The project will support the implementation of the Health Strategy by providing funding and technical assistance to the Government. 


National Water Resources Management Tajikistan

01.12.2018 - 30.11.2022

The National Water Resources Management Project-11 in the Tajik part of Syr Darya river basin is about fighting poverty and aims at improving rural livelihoods through an efficient and integrated management of water resources. The latter shall allow farmers to increase lastingly their production, hence their incomes and thanks to efficient and sustainable irrigation and agricultural practices.


ACTED Earthquake response in Chong-Alai region

01.07.2018 - 31.03.2019

To complement and complete the efforts supported by Switzerland in the immediate aftermath of earthquakes in remote Chong-Alai region in May 2017, the project's Phase 2 will provide shelter construction assistance to the remaining vulnerable earthquake-affected households that were unable to re-build their houses. The assistance will be in the form of distribution of construction materials to the remaining affected households and provision of technical assistance on affordable and replicable earthquake-safe construction techniques.


Integrated Health and Habitat Improvement (IHHI) Rasht Valley, Tajikistan

01.01.2018 - 31.12.2021

Rasht Valley is the most neglected and fragile region in Tajikistan - the poorest country of the former Soviet Union republics. The region marked by a sluggish transition and fragility patterns – remnants of the Civil War in the country. This project will improve quality of living conditions of Rasht Valley’s population by increasing access to better quality drinking water, sanitation and healthcare services, as well as strengthening resilience of communities to the impact of natural hazards.


lntegrated Health and Habitat lmprovement in the Rasht Valley, Tajikistan

01.01.2018 - 31.12.2022

Through the project the population living in one of the poorest and fragile regions of Tajikistan (Rasht Valley) will gain access to basic social services (water and health). The interventions in the selected watersheds will empower the local communities enabling their active participation in decision-making and effective management of the resources. As a result, people in the project area will adopt healthier, more environmentally sustainable, and disaster-safer behaviours.




Di fronte allo scioglimento dei ghiacciai in Asia centrale c’è bisogno della massima cooperazione

Due uomini su un ghiacciaio, muniti di materiale di lavoro.

01.05.2017 - 31.12.2023

Come rispondere al fabbisogno d’acqua di 68 milioni di abitanti dell’Asia centrale valorizzando al contempo i grandi ghiacciai del Kirghizistan, del Tagikistan, dell’Uzbekistan e del Kazakhstan? Un progetto della DSC promuove una cooperazione regionale su base volontaria e un rigoroso monitoraggio scientifico della trasformazione dei ghiacciai.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Asia centrale
Acqua
No Theme defined
Diplomazia e sicurezza dell'acqua
Politica del settore idrico
Conservazione delle risorse idriche

01.05.2017 - 31.12.2023


CHF  1’200’000



Blue Peace Central Asia Strengthening of the Regional Institutional Framework for Integrated Water Resources Management in Central Asia

01.09.2014 - 31.07.2022

In response to the explicit demand of the five Central Asian States, and building on over 20 years of cooperation in the field of water, SDC facilitates transboundary water resources cooperation consistent with the Blue Peace approach implemented in the Middle-East and at the global level through the establishment of a High Level Dialogue Platform, the promotion of sustainable water practices as well as capacity building of a new generation of water professionals and champions.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Asia centrale
Acqua
Canbiamento climatico ed ambiente
Diplomazia e sicurezza dell'acqua
Servizi meteorologici
Conservazione delle risorse idriche
Politica del settore idrico

01.09.2014 - 31.07.2022


CHF  6’000’000


Oggetto 13 – 24 di 25