Agricoltura e sicurezza alimentare

Le donne mettono il riso in un campo bagnato.
Nelle zone rurali l'agricoltura è spesso ancora la sola fonte di attività. © CGIAR

La fame e la denutrizione mettono in pericolo non solo la salute degli individui, ma essenzialmente anche lo sviluppo di interi Paesi. La DSC s’impegna affinché tutti abbiano un’alimentazione adeguata, sufficiente e di buona qualità. In quest’ottica attribuisce importanza all’intera catena della creazione di valore dei generi alimentari, che inizia dai campi nei quali si producono gli alimenti, prosegue con lo stoccaggio, la lavorazione, i mercati, il commercio, i trasporti e finisce sulle tavole dei consumatori.

La DSC si impegna a livello mondiale per il diritto degli esseri umani a un’alimentazione adeguata. Pianifica le sue attività con l’obiettivo di dare alle fasce della popolazione più povere e svantaggiate come i piccoli agricoltori, le donne e i giovani un accesso equo al sapere, alle risorse produttive e ai mercati. In questo contesto la DSC sostiene queste fasce della popolazione nell’uso produttivo e parsimonioso delle risorse naturali, nella gestione degli effetti del cambiamento climatico, nello stoccaggio e nella commercializzazione dei loro prodotti e nel costante adattamento a condizioni ambientali sempre diverse. In tutto questo, essa presta particolare attenzione alla conservazione della biodiversità altamente minacciata. Al contempo lavora anche per creare sistemi di consulenza e ricerca orientati alle esigenze.

La DSC promuove inoltre innovazioni lungo le catene di creazione di valore dei generi alimentari, che consentono ai consumatori e alle consumatrici un’alimentazione sana e variata nonché l’accesso ad alimenti adeguati, sia nelle aree rurali che in quelle urbane.

Un’agricoltura sostenibile che assicura un’alimentazione sana e preservi la biodiversità è la base per garantire a tutti il diritto a un’alimentazione adeguata. Alla luce di questo obiettivo, la Svizzera s’impegna nel settore della sicurezza alimentare nell’ambito della cooperazione internazionale. In quest’ottica l’agricoltura svizzera, con la sua produzione alimentare multifunzionale orientata all’equilibrio sociale e regionale, basata sulle famiglie e rispettosa dell’ambiente, funge da modello.

Accesso all'alimentazione

Affermare il diritto a un’alimentazione adeguata per le fasce di popolazione più povere e svantaggiate con sistemi alimentari equi («dal campo al piatto»).

Produzione, consulenza e commercializzazione

Sostenere i piccoli agricoltori e agricoltrici e le loro organizzazioni nella produzione sostenibile, nello stoccaggio e nella commercializzazione delle loro derrate.

Diritti fondiari

Accesso equo alla terra e alle risorse naturali per rafforzare l’autonomia delle comunità rurali.

Biodiversità

Conservare la varietà delle piante utili e migliorare i sistemi delle sementi puntando sulle conoscenze della popolazione locale e garantendo la conservazione delle specie tradizionali.

Combattere la desertificazione e l’erosione del suolo

Proteggere e conservare la fertilità dei suoli.

Aiuto alimentare

Garantire alle persone colpite da situazioni di conflitto, crisi e catastrofi la fornitura di generi alimentari di base nonché di altri prodotti e servizi.

Documenti

Progetti attuali

Oggetto 145 – 156 di 161

Contribution to the Cotton Reform Multi-Donors Trust Fund of the World Bank in Uzbekistan

01.09.2015 - 30.09.2021

The World Bank led multi-donor trust fund will contribute to a sustainable cotton reform by thoroughly monitoring child and forced labour during cotton harvest, building the capacities of relevant authorities in terms of international standards and legislaion, raising awareness of the population and the stakeholders' groups involved in cotton picking. This will feed into policy dialogue with the Government and eventually eradicate this harmful practice for the rural population.


Kenya resilient arid lands partnerships for integrated development (Kenya RAPID)

01.08.2015 - 31.05.2021

Pastoralism is a millennia old livelihood strategy adapted to the marginal and harsh environments of the Arid and Semi-Arid Lands (ASAL). This programme supports the historically marginalized pastoralist communities of Northern Kenya, bordering Somalia and Ethiopia, with improved access to water (for both livestock and domestic use) and improved rangelands management through water infrastructure, strengthened public and private institutions and policy frameworks.


Innovation and dissemination of technologies for adaptation of agriculture to climate change – AGRIADAPTA

01.07.2015 - 31.12.2022

10'000 families in 19 municipalities of the country improve their food security and their situation of poverty by practising sustainable and climate-smart agriculture. The Project will provide resources so that small-hold farmers in environmentally degraded dry areas affected by climate change and variability develop capacities, exchange knowledge and apply technologies for climate change adaptation.


Migliori condizioni di sussistenza per gli allevatori etiopi grazie a uno sfruttamento più sostenibile delle risorse idriche e dei pascoli

Un gruppo di etiopi scava nuovi bacini con pale e picconi accanto a uno stagno semiprosciugato.

01.06.2015 - 31.12.2021

Siccità, carenza di foraggio e conflitti per il controllo delle risorse naturali rendono grama la vita degli allevatori di bestiame nel Sud dell’Etiopia. Per migliorare la loro sicurezza alimentare e la capacità di resilienza in caso di crisi, la DSC ha adottato una serie di misure che vanno dal risanamento dei pascoli e dei pozzi all’introduzione di piani di utilizzazione e alla creazione di nuove fonti di reddito per le donne.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Etiopia
Agricoltura e sicurezza alimentare
Conflitto & fragilitá
Canbiamento climatico ed ambiente
No Theme defined
Terreni agricoli
Sicurezza alimentare domestica
Prevenzione dei conflitti
Riduzione dei rischi di catastrofi

01.06.2015 - 31.12.2021


CHF 8'653'920



Contribution to the Pan African Bean Research Alliance PABRA

01.01.2015 - 31.12.2021

The greatest global challenge today is how to ensure food and nutrition security of a rapidly growing human population, considering climate change and without adversely affecting the natural base upon which the production is dependent. Beans, as the most important consumed grain legume, are a very good source of vitamins, minerals, and plant derived micronutrients. Significant yield increase of more than 60% are possible, following access to and use of improved varieties coupled with integrated crop management practices.



Programme d’Appui au Secteur de l’Elevage au Mali – PASEM

01.12.2014 - 31.12.2021

Malgré son importance dans l’économie, l’environnement et les sociétés (agro)pastorales, l’élevage rencontre plusieurs contraintes dont la faible productivité, l’insécurité foncière, la faible organisation des acteurs et une forme de marginalisation sociale des éleveurs. La DDC souhaite valoriser les immenses potentialités de l’élevage en renforçant l’approche chaine de valeurs orientée vers le développement des marchés et des acteurs du secteur privé, favorisant la prise en compte des pauvres, des femmes et des jeunes.


Mercati funzionanti per gli allevatori armeni

Un contadino armeno con il suo vitello

01.09.2014 - 31.08.2021

Nelle regioni di Syunik e Vayots Dzor, nell’Armenia del Sud, la maggior parte degli agricoltori pratica un’agricoltura di sussistenza e riesce appena a provvedere ai bisogni della propria famiglia. Questo progetto intende aiutare gli agricoltori ad aumentare la produzione di carne e di latte, e di conseguenza anche i redditi. A tal fine, le attività puntano a migliorare la salute del bestiame sostenendo i servizi veterinari locali, a facilitare l’accesso ai mercati della carne e del latte e a promuovere lo scambio di conoscenze tra gli agricoltori.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Armenia
Agricoltura e sicurezza alimentare
No Theme defined
Sviluppo agricolo
Ricerca agricola
Servizi agricoli & mercato

01.09.2014 - 31.08.2021


CHF 10'995'756



Programme d’appui à la production agricole en Haiti

01.07.2014 - 31.12.2021

Le développement et le renforcement des services financiers et de conseils agricoles ainsi qu’un ciblage des groupes vulnérables en milieu rural contribueront – à travers de plus grands investissements dans l’agriculture - à une productivité et à une qualité accrue dans les filières concernées, à des revenus plus importants, à une sécurité alimentaire améliorée, à une vulnérabilité réduite et à une meilleure protection sociale des petit-e-s producteurs-trices et des personnes les plus défavorisées.


IGAD-FAO Partnership Programme (PP) on Building Resilience for (Agro-) Pastoralist Communities

01.06.2014 - 31.08.2021

IGAD and FAO will jointly contribute to build resilience of communities in the Horn of Africa’s cross-border areas by addressing marketing and trade, transboundary animal diseases and natural resources management. It will also contribute to strengthen the capacity of IGAD specialized agencies to lead the regional agenda for the improvement of cross-border pastoral livelihoods.


Institutional Strengthening of IGAD

31.05.2014 - 30.06.2021

The Intergovernmental Authority on Development (IGAD) is a sub-regional organization in the Horn of Africa. In line with Switzerland’s decision to increase its engagement with IGAD, the proposed contribution aims at strengthening the organization institutionally based on its political legitimacy, thematic relevance and capacity to contribute to peace and development in one of the world’s most fragile regions.


Home Garden

16.01.2014 - 31.12.2021

Small and marginal farmers in Nepal, especially women and children, are regularly exposed to malnutrition and are vulnerable to external shocks such as health risks and natural hazards. Home garden aims to improve family nutrition and reduce vulnerability of such individuals and households. Objectives are to diversify dietary sources of disadvantaged groups in homestead for family consumption and increase capacity for adaptation to natural hazards and climate change. The project strengthens the safety net and the coping strategy of the most vulnerable in Nepal.
 

Oggetto 145 – 156 di 161