Formazione professionale: l’accesso al mondo del lavoro

Una formazione professionale di qualità può contribuire alla riduzione della povertà se permette di accedere in modo duraturo al mondo del lavoro e di avere un impiego dignitoso. L’obiettivo è quello di uno sviluppo economico che vada a vantaggio di tutti. La DSC coopera con le autorità pubbliche e il settore privato per elaborare offerte di formazione adeguate alle esigenze dell’economia.

Nella linea di mira della DSC

La DSC sostiene la visione di una formazione professionale in grado di offrire a tutte e a tutti le competenze necessarie per partecipare alla vita economica e ottenere un lavoro remunerato in maniera adeguata. L’idea è che professionisti ben formati abbiano gli strumenti per impegnarsi in attività economiche formali o informali, come lavoratrici e lavoratori dipendenti o autonomi.

L’occupabilità delle e degli apprendisti e il loro contributo a una maggiore produttività delle imprese è la chiave del successo agli occhi della DSC. Si tratta di aumentare le offerte di formazione garantendo che tutte le fasce della popolazione possano trarne beneficio: poveri e meno poveri, donne e uomini, abitanti delle campagne e delle città.

Affinché le filiere di formazione avviate corrispondano alle esigenze delle persone che le frequentano e dell’economia, la DSC coinvolge nella loro pianificazione e attuazione sia le autorità pubbliche che il settore privato. I programmi di formazione danno buoni risultati quando hanno un contenuto allo stesso tempo teorico e pratico, come avviene nel sistema duale svizzero.

La DSC cerca di migliorare le proposte di corsi strutturati, ma esorta anche a riconoscere le esperienze di lavoro e di apprendimento informali – a volte di tipo autodidatta – di cui molte persone dispongono.

A seconda dei casi e dei contesti punta inoltre a includere moduli di introduzione a determinati mestieri nella scuola dell’obbligo. A livello secondario sono invece utili servizi di orientamento professionale. La formazione professionale è chiamata a fare da ponte tra l’istruzione di base e il mondo del lavoro. Da questo punto di vista la DSC completa il suo intervento con attività di consolidamento del settore privato e di creazione di posti di lavoro.

Contesto

Nel 2017, 71 milioni di giovani nel mondo sono disoccupati. E sono quasi il doppio quelli che si trovano ad affrontare situazioni di povertà, molto spesso perché non dispongono né di una formazione né di una situazione lavorativa adeguate. Su scala planetaria solo l’11% dei giovani che si iscrivono a una scuola secondaria segue una formazione professionale.

L’esigenza di moltiplicare le offerte formative è legata alla possibilità di valorizzare le potenzialità dei giovani sul mercato del lavoro. La formazione professionale, come l’istruzione di base, è una delle condizioni essenziali dello sviluppo economico e sociale. È fondamentale che la formazione professionale poggi su una buona istruzione di base e che se necessario possa rafforzarla.

Ma una formazione professionale di qualità ha senso solo se gli individui formati trovano in seguito sbocchi professionali. Secondo la Banca Mondiale ogni anno dovrebbero essere creati 40 milioni di nuovi posti per assorbire i giovani sempre più numerosi che entrano nel mercato del lavoro, soprattutto nell’Africa subsahariana e nell’Asia del Sud.

La messa a disposizione di manodopera qualificata può stimolare la produttività e la competitività delle imprese e avere così un impatto positivo sulla crescita economica e la creazione di posti di lavoro. Dare prospettive ai più vulnerabili e rispondere alle aspirazioni dei giovani è indispensabile per evitare uno spreco di potenziale umano ed economico.

 

Testimonianze di beneficiari

Chi ha beneficiato di una formazione professionale racconta il proprio percorso.

Genere e formazione professionale

La DSC applica il principio del rispetto dell’uguaglianza tra donna e uomo nei propri progetti e si adopera affinché le donne possano accedere al mercato del lavoro.

Progetti attuali

Oggetto 13 – 24 di 150

Progetto concluso

Water Management Skills Development in Uzbekistan

Un insegnante e tre apprendisti davanti a un quadro elettrico

01.01.2011 - 28.02.2015

Il progetto è incentrato su scuole professionali superiori situate in zone rurali delle province di Andijan, Namangan, Fergana e Tashkent. Circa 1500 studenti parteciperanno al nuovo programma didattico, nel cui ambito riceveranno una formazione adeguata alle esigenze del mercato del lavoro e impareranno a conoscere i nuovi standard tecnologici. In un secondo momento, e in base ai risultati delle esperienze raccolte nelle prime 11 scuole, il programma verrà introdotto in altri 200 istituti in tutto il Paese.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Uzbekistan
Formazione professionale
Istruzione
Agricoltura e sicurezza alimentare
Formazione professionale
Politica dell'istruzione
Risorse idriche in agricoltura

01.01.2011 - 28.02.2015


CHF  3’860’000



Progetto concluso

Enhancing Youth Employability (EYE): 27 000 posti di lavoro per giovani donne e uomini in Kosovo

Scuola agraria a Pristina, progetto "Vocational Education Support Project" 2011

01.08.2010 - 31.12.2016

Nella Repubblica del Kosovo si registra attualmente un tasso di disoccupazione giovanile pari al 73 per cento circa. I giovani kosovari tra i 15 e i 25 anni non hanno dunque praticamente alcuna possibilità di trovare un lavoro sufficiente per vivere. Per questo la DSC lancia nel Paese un progetto volto a migliorare le prospettive degli adolescenti e dei giovani adulti nel mercato del lavoro.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Kosovo
Impiego & sviluppo economico
Creazione di occupazione

01.08.2010 - 31.12.2016


CHF  8’045’000



UNHCR – Solution Strategies for Education and Livelihood of Afghan Refugees in Pakistan

01.06.2022 - 31.05.2026

As part of Switzerland’s commitment to financing sustainable solutions for Afghan refugees, the contribution to UNHCR in Pakistan aims at improving the education and livelihoods prospects of around 60’000 Afghan refugee youths in three provinces of Pakistan. It strengthens Switzerland’s pledge at the Global Refugee Forum 2019 scaling up its support to the inclusion of refugee children in education in line with “SDC’s Education Strategy.


Market Alliances for Rural Development

01.05.2022 - 30.04.2026

A majority of rural inhabitants in Georgia rely on incomes from agriculture and the use of natural resources. The project where Switzerland contributes will strengthen their access to markets (sale, inputs). It will enable rural producers to enhance the quality and scale of production, improve resilience to changing climate, and access domestic and export markets, which will contribute to raising incomes, increasing inclusion and the quality of the living environment in rural areas.


Rural Markets

01.01.2022 - 30.09.2023

The political and health crisis in recent years has affected the economic activity of the Family Production Units (UPFs, in Spanish), which is why their resilience needs to be strengthened. The market development approach, applied in phases I and II of the project, has proven its potential to solve major bottlenecks.  In the last phase, the proposal is to consolidate and scale up the achievements in the market systems, as well as of the public and private services supporting them, focusing on knowledge management and sustainability mechanisms.


Contribution to the UNESCO Global Education Monitoring Report (GEMR) and the UNESCO International Institute for Educational Planning (IIEP)

01.01.2022 - 31.12.2025

The Global Education Monitoring Report and the International Institute for Educational Planning contribute to ensure equitable, inclusive quality education for all (SDG 4) by producing rigorous evidence, data and recommendations on education and by strengthening education systems’ policies, planning and management. Their work is critical for SDC’s global and bilateral policy dialogue and Switzerland’s added value on systems strengthening and evidence based policy and practice.


Donor Commitee for dual Vocational Education and Training (DCdVET) and specific thematic support in Switzerland

01.12.2021 - 30.11.2024

The dual vocational education training (VET) system has a long tradition in German-speaking countries, contributing to employment and income. Its adaptation in development contexts is often complex and challenging. By fostering networks between donor agencies on dual VET and by tapping into the experience of VET-communities, an exchange of best practices and synergies is realized that will improve VET projects and systems in partner countries and lead to a better international positioning of dual VET approaches.


RisiAlbania, Making Labour Market Work for Youth

01.11.2021 - 31.12.2029

The last phase of RisiAlbania will continue to consolidate a functional labour market system that performs sustainably. The project will support businesses to grow through increased access to markets, competitiveness and resilience, leading to the creation of more and better jobs for young women and men. It will scale up its support for improving career intermediation, guidance as well as non-formal skills provision for youth to get access to jobs.


SKYE - Skills Development for Youth Employment

01.09.2021 - 31.08.2023

Over 43% of the potential working population in Nigeria is either unemployed or underemployed and Edo State’s employment rate recently dropped below the national average. Edo also constitutes an important source of irregular migration as well as the epicenter of human trafficking in the country. Through its contribution to the SKYE program, Switzerland aims to improve the range of active labor market measures by building capacities within the institutions delivering job-matching services and professional training.


ILFF 4 Education - Impact Linked Financing for Education to accelerate inclusive quality education through private sector engagement

01.08.2021 - 31.12.2025

Many countries face challenges and a considerable funding gap to meet the SDG 4. Covid-19 has aggravated this situation. Impact linked finance is an innovative way to leverage private-sector engagement in the education sector for the inclusion and quality learning of vulnerable groups. In collaboration with foundations, the project will pilot impact linked financing in education in SDC priority regions in order to accelerate learning, inclusiveness and quality of basic education.


Territorial Inclusive Economic Development in the Mosquitia region, department of Gracias a Dios

01.08.2021 - 30.06.2024

The Honduran Mosquitia is one of the poorest and most conflict-ridden region in the country. With the program, Switzerland promotes income for the indigenous population, improves food security and thus contributes to reducing migration and improving regional stability. In cooperation with the private sector the program generates 1000 net new jobs, seeks to increment the income of 1700 families by 5% per year (USD 360/year in 2020), and promotes an increase in public investment in the territory by at least 10% per year. 


Enhanced Skills for Sustainable and Rewarding Employment (ENSSURE) Phase II

16.07.2021 - 15.07.2025

For Nepalese women and men to gain and retain social and economic benefits from lifelong learning, the establishment of a well-functioning federalised Technical and Vocational Education and Training (TVET) system is crucial. In light of its long-standing expertise in TVET and federalism, Switzerland is well placed to support the implementation of a federalised TVET system that responds to the needs of enterprises and increases the prospect of gainful employment for all, especially youths. 

Oggetto 13 – 24 di 150