Inizio pagina

Multilateralismo, Convenzioni di Ginevra, Organizzazione internazionale del lavoro: di che cosa stiamo parlando?

Le sfide attuali – siano esse lotta contro la povertà, cambiamento climatico, guerre o altro – hanno una dimensione globale. In tale contesto, l’ONU, le organizzazioni internazionali e il diritto internazionale rivestono un ruolo cruciale. La Svizzera è fortemente impegnata in seno al sistema multilaterale internazionale. È inoltre Stato parte e depositaria delle Convenzioni di Ginevra nonché membro fondatore e Paese ospite dell’Organizzazione internazionale del lavoro (OIL).

Veduta interna della Sala dei Diritti Umani, emblema del Palazzo delle Nazioni Unite a Ginevra.
La Sala dei Diritti Umani è l’emblema dell’Ufficio delle Nazioni Unite a Ginevra (© Keystone)

Multilateralismo

La Svizzera si inserisce in vari modi nel contesto internazionale: è membro di una serie di organizzazioni internazionali, come le Nazioni Unite (ONU), il Consiglio d’Europa, l’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE) e l’Organizzazione internazionale della Francofonia (OIF), e ha stretti legami economici, politici, sociali, culturali e scientifici con l’Unione europea (UE). La presenza della Svizzera presso le Nazioni Unite è garantita da missioni permanenti a Ginevra, New York, Vienna e Roma.

La Svizzera ospita inoltre numerose organizzazioni e conferenze internazionali e Ginevra è uno dei principali centri di cooperazione internazionale nel mondo (Ginevra internazionale).

La Svizzera e le organizzazioni internazionali

Missioni della Svizzera presso le Nazioni Unite

Cooperazione multilaterale nell’ambito dell’Aiuto svizzero allo sviluppo

Convenzioni di Ginevra

Dopo i terribili eventi della Seconda guerra mondiale, il 12 agosto 1949 sono state adottate quattro nuove Convenzioni di Ginevra sotto la guida del consigliere federale Max Petitpierre. Costituiscono la base del diritto internazionale umanitario e vengono applicate ogniqualvolta scoppia un conflitto armato. Proteggono soprattutto le persone che non partecipano o non partecipano più a un conflitto armato. Inoltre stabiliscono prescrizioni minime in caso di conflitti armati interni.

Fino a oggi tutti i Paesi del mondo si sono impegnati a rispettare le Convenzioni. Questo impegno universale per un’umanità comune rappresenta un successo per la Svizzera e mostra l’importanza del diritto internazionale pubblico e del multilateralismo. 

Nel corso degli ultimi 70 anni le Convenzioni hanno permesso di salvare milioni di vite umane, mitigando gli orrori della guerra e quindi agevolando il ritorno alla convivenza pacifica. Tuttavia il diritto internazionale umanitario deve continuamente confrontarsi con nuove sfide. L’anniversario offre l’occasione di promuoverne e incrementarne il rispetto. 

Convezioni di Ginevra

L’impegno della Svizzera in quanto Stato parte delle Convenzioni di Ginevra

Organizzazione internazionale del lavoro

L’Organizzazione internazionale del lavoro (OIL) è l’organismo dell’ONU incaricato dell’elaborazione e della supervisione delle norme internazionali del lavoro. Fondata nel 1919, è una delle più antiche istituzioni dell’ONU e la prima organizzazione internazionale a essersi insediata a Ginevra.

L’OIL è l’unica agenzia «tripartita» dell’ONU e riunisce i rappresentanti dei governi, dei datori di lavoro e dei lavoratori dei 187 Stati membri. Il suo compito principale consiste nel permettere a un maggior numero di donne e uomini di ottenere un impiego dignitoso e produttivo in condizioni di libertà, equità, sicurezza e rispetto della dignità umana.

La Svizzera è membro fondatore e Stato ospite dell’OIL dal 1919. L’insediamento di questa organizzazione a Ginevra sin dalla sua istituzione ha contribuito allo sviluppo della Ginevra internazionale. 

Organizzazione internazionale del lavoro (fr, en, es)

Ultima modifica 26.01.2022