Validi il:
Diffusi il: 01.07.2020

I seguenti capitoli sono stati aggiornati: Valutazione sommaria (aggiornamento della descrizione della situazione), Pericoli locali specifici (ora è sconsigliato viaggiare nel Dipartimento di Cauca, compresa l’Isola Gorgona, e nel Dipartimento Valle del Cauca)


Consigli di viaggio - Colombia

I consigli di viaggio poggiano su un'analisi della situazione attuale effettuata dal DFAE. Sono permanentemente controllati e se necessario aggiornati.

Si prega inoltre di leggere anche le raccomandazioni generali per tutti i viaggi come pure la rubrica focus, parte integrante dei presenti Consigli di viaggio.

NUOVO CORONAVIRUS (COVID-19):

Il Consiglio federale consiglia, per quanto possibile, di non effettuare viaggi all'estero non urgenti.

Prestare attenzione al focus nuovo coronavirus (Covid-19)

SVIZZERA
L’UFSP ha decretato che, chi entra in Svizzera in provenienza da Stati e da regioni con rischio elevato di contagio, deve mettersi in quarantena per dieci giorni. Vedi l'elenco dell'UFSP costantemente aggiornato. 
UFSP: obbligo di quarantena per chi entra in Svizzera

ALL’ESTERO
Esistono ancora numerose restrizioni d'ingresso (divieto d'ingresso, quarantena, certificato sanitario, ecc.). Inoltre, all'interno dei singoli Stati esistono misure per contenere la diffusione del nuovo coronavirus, come ad esempio le restrizioni alla libertà di movimento.

Prima di recarsi all'estero, si raccomanda di informarsi presso le rappresentanze estere in Svizzera (ambasciate e consolati) riguardo alle disposizioni di transito e d’ingresso attualmente in vigore e altre misure volte a contenere la diffusione del nuovo coronavirus. Sul posto, seguire le istruzioni delle autorità locali.
Rappresentanze estere in Svizzera

Attualità

Nuovo coronavirus (COVID-19)

Prestare attenzione alle raccomandazioni del Consiglio federale e ad altre informazioni nel
focus «nuovo coronavirus(COVID-19)»

Per limitare la diffusione del nuovo coronavirus (COVID-19), sempre più paesi impongono restrizioni d'entrata e d'uscita nonché limitazioni di viaggio all'interno del paese. Le norme cambiano continuamente.

Per conoscere le direttive attualmente in vigore in Colombia, si prega di prestare attenzione alle informazioni fornite dalle autorità colombiane competenti e di contattare l’ambasciata di Colombia a Berna per qualsiasi domanda.
Migración Colombia
Ministerio de Salud y Protección Social
Ambasciata di Colombia

Informazioni sui collegamenti di trasporto possono essere ottenute presso le aziende responsabili e le agenzie di viaggio.

Si raccomanda di osservare le informazioni e i consigli dell’
Ufficio federale della sanità pubblica UFSP

Valutazione sommaria

I viaggiatori devono fare molta attenzione alla sicurezza personale.

Il tasso di criminalità e la propensione alla violenza sono elevati. Il Paese è confrontato con il crimine organizzato e altre forme di criminalità.

La situazione politica può definirsi relativamente stabile. A causa delle tensioni sociali e politiche in qualsiasi momento sono possibili scioperi spontanei, dimostrazioni, agitazioni e blocchi stradali. Il potenziale di violenza è alto.

I blocchi stradali e gli scioperi possono provocare perturbazioni e ritardi nei viaggi. In caso di blocchi stradali e scioperi, ai viaggiatori non resta che informarsi sul posto riguardo alle possibilità di viaggio alternative e, se la situazione lo richiede, attendere il placarsi della situazione. In caso di blocchi, i mezzi di assistenza dell'ambasciata svizzera a Bogotà per l'uscita dalle regioni colpite sono solo limitati, se non addirittura nulli.
Policia Nacional de Colombia: estado de las vías

Il 30 novembre 2016, il parlamento colombiano ha approvato l'accordo di pace tra il governo e le Fuerzas Armadas Revolucionarias de Colombia (FARC). Tuttavia, i guerriglieri dell’Ejército de Liberación Nacional (ELN), frange scissioniste delle FARC, e di altre organizzazioni armate illegali sono ancora attivi in alcune regioni rurali e nella zona di confine. Soprattutto nella zona di confine con il Venezuela e sulla costa del Pacifico, vi sono regolarmente atti di violenza contro la popolazione civile come pure forti scontri tra esercito e gruppi armati e tra fazioni rivali (v. capitolo pericoli locali specifici).
Nelle aree in cui sono in corso scontri armati e in caso di agitazioni le autorità possono dichiarare improvvisamente lo stato d’emergenza e coprifuochi nelle regioni interessate.

Attentati di matrice politica e terroristici nonché altri attacchi contro la popolazione civile, si verificano in tutto il paese. Questi attacchi sono rivolti principalmente contro le forze di sicurezza, ma anche civili innocenti sono regolarmente vittime di atti violenti. Per esempio:

  • In febbraio 2020, l’ELN ha indetto uno sciopero nazionale armato. Ha commesso più di 100 atti di violenza e ha gravemente limitato la libertà di movimento della popolazione civile in diverse regioni.
  • Da fine 2019, nei dipartimenti di Antioquia, Norte de Santander, Cauca, Chocó, Nariño e Caquetá si è registrato un aumento degli sfollamenti.
  • a metà gennaio 2019, un attacco contro una scuola di polizia a Bogotà ha provocato numerosi morti e feriti.
  • a metà aprile, diversi poliziotti sono stati uccisi durante un attacco a San Pedro de Urba, nel dipartimento di Antioquia.
  • verso la fine di gennaio e alla fine di febbraio 2018, i bombardamenti delle forze di sicurezza in vari dipartimenti hanno provocato diversi morti e molti feriti.
  • a metà giugno 2017, un attentato alla bomba in un centro commerciale di Bogotá ha provocato diversi morti e feriti.
  • a metà febbraio 2017, un attentato alla bomba vicino a un'arena per le corride di Bogotá ha provocato più di quaranta feriti.

Si registrano sequestri a sfondo politico e sequestri con richiesta di riscatto. Le vittime dei sequestri sono principalmente persone residenti, ma anche cittadini stranieri. Per esempio:

  • In marzo 2020, nel dipartimento di Cauca sono stati rapiti un turista svizzero e uno brasiliano.
  • a metà gennaio 2019, tre persone sono state rapite nel dipartimento di Norte de Santander.
  • a inizio agosto 2018, quattro membri delle forze di sicurezza e altre due persone furono rapiti nel dipartimento di Chocó.
  • a metà giugno 2017, due giornalisti olandesi sono stati rapiti nel dipartimento di Norte de Santander.
  • a inizio maggio 2017, un collaboratore locale delle Nazioni Unite è stato rapito nel dipartimento di Guaviare e otto minatori locali sono stati rapiti nel dipartimento di Chocó.
  • alla fine di aprile 2017, tre cittadini americani, un francese e uno spagnolo sono stati rapiti nel dipartimento di Amozonas.

Prestare anche attenzione alla rubrica terrorismo e sequestri.
Terrorismo e sequestri

Fare attenzione alla sicurezza personale e soggiornare preferibilmente:

  • nelle città principali, nei capoluoghi di dipartimento e nelle immediate vicinanze.
  • in generale nelle destinazioni aventi un’infrastruttura turistica sviluppata proposte da agenzie di viaggio riconosciute

Per la pianificazione del viaggio occorre prendere in considerazione questi fattori. È sempre preferibile unirsi a un gruppo di viaggio organizzato. Si consiglia di informarsi tramite i media, il proprio operatore turistico, prima e durante il viaggio, sulla situazione attuale nella destinazione. Attenersi alle istruzioni delle autorità locali (coprifuochi ecc.) e restare in contatto con l'operatore turistico. Evitare manifestazioni di qualsiasi tipo giacché atti di violenza sono possibili. Osservare anche le informazioni e raccomandazioni sottostanti.

Pericoli locali specifici

Per quanto riguarda la descrizione delle zone a rischio, le indicazioni fornite sono approssimative; i pericoli non possono essere circoscritti esattamente a una precisa regione.

Nord-ovest e Zone di confine con il Venezuela e l'Ecuador: vi è un rischio elevato di essere vittima di crimini efferati o di sequestri. Il rischio di improvvisi alterchi violenti è alto. Vedi capitolo valutazione sommaria. Si sconsigliano i viaggi a destinazione dei seguenti Dipartimenti: Chocó, Nariño, Putumayo, Guainía, Vichada, Arauca, Norte de Santander e Cesar. Fanno eccezione i viaggi nelle capitali dipartimentali di Pasto, Mocoa e Valledupar, a condizione che vengano effettuati per via aerea.
Nei Dipartimenti di La Guajira e Boyacá, sono sconsigliati i viaggi nelle zone limitrofe alla frontiera venezuelana.

Dipartimento di Cauca, compresa l’Isola Gorgona: vi è un rischio elevato di sequestri. Scontri violenti tra bande di narcotrafficanti e altre bande criminali nonché attacchi e altri atti di violenza da parte di guerriglieri e altri gruppi armati sono frequenti. Anche le persone non coinvolte sono esposte a un rischio elevato. Da inizio 2020, si verificano numerosi atti di violenza contro la popolazione civile. Durante i frequenti scontri tra le forze di sicurezza e i gruppi criminali vengono regolarmente coinvolte anche vittime innocenti.
I viaggi a destinazione del dipartimento di Cauca, compresa l’isola di Gorgona, sono sconsigliati.
Fanno eccezione i viaggi nella capitale dipartimentale Popayan, a condizione che vengano effettuati per via aerea.

Dipartimento Valle del Cauca: nonostante lo schieramento di forze di sicurezza supplementari, gli scontri violenti tra bande di narcotrafficanti e altre bande criminali nonché gli attacchi di guerriglieri e altri gruppi armati sono frequenti. Anche le persone non coinvolte sono esposte a un rischio elevato. I crimini violenti e le tensioni sociali sono particolarmente alti a Buenaventura ma sono in costante aumento anche nel sud-est del dipartimento.
I viaggi a destinazione del dipartimento Valle del Cauca sono sconsigliati.
Fanno eccezione i viaggi nella capitale Calì, a condizione che vengano effettuati in aereo.

Zone rurali: in alcune zone rurali sono attivi la guerriglia, altri gruppi armati illegali e criminali, come ad esempio nei dipartimenti di Antioquia, Bolivar, Casanare o Risaralda. Occasionalmente avvengono scontri armati. I gruppi agiscono spostandosi, cosicché le zone a rischio mutano continuamente. Inoltre, mine e proiettili inesplosi rappresentano un pericolo considerevole. Solo di rado le regioni a rischio sono segnalate. In genere, questi rischi (compreso il rischio di sequestro) sono più elevati nelle regioni discoste e meno accessibili. Si consiglia di informarsi, prima e durante il viaggio, sulla situazione attuale della sicurezza presso la propria guida turistica o le forze di sicurezza locali e attenersi alle loro istruzioni.
Dirección Descontamina Colombia

Durante i viaggi negli altri dipartimenti che non sono menzionati, è consigliata la massima prudenza. È sempre preferibile unirsi a un gruppo di viaggio organizzato, in particolare per visitare i siti turistici discosti come ad esempio Ciudad perdida nella Sierra Nevada (nord del Paese) e San Agustín (Huila). Accertarsi che la guida sia aggiornata in merito allo stato della sicurezza a breve termine, visto che la situazione cambia di continuo.

Criminalità

Il tasso di criminalità e propensione alla violenza sono elevati. Furti e rapine a mano armata sono frequenti in tutto il Paese.

Nel caso dei cosiddetti sequestri lampo le vittime sono obbligate a prelevare contanti con la carta di credito. I sequestri lampo si verificano in tutto il Paese in qualsiasi ora del giorno e anche nei quartieri più ricchi.

Si raccomanda di osservare le misure precauzionali seguenti:

  • A causa del livello molto elevato di criminalità, raccomandiamo la massima prudenza nel caso di visite nelle seguenti località: in alcuni quartieri delle città di Bogotà, Calì e Medellin;
  • il tasso di criminalità può variare considerevolmente a dipendenza delle località e dei quartieri delle città. Informarsi sul posto presso conoscenti o partner commerciali in merito alla situazione in loco e ai quartieri sicuri riconosciuti;
  • prestare particolare attenzione all’aspetto della sicurezza al momento della scelta dell’alloggio e tener conto del fatto che troppi risparmi possono compromettere la sicurezza;
  • evitare le visite ai quartieri poveri delle città;
  • di notte, evitare le strade poco illuminate e poco frequentate;
  • non portare oggetti di valore (orologi, gioielli, macchine fotografiche sofisticate, ecc.) e tenere con sé solo poco denaro;
  • depositare i documenti nella cassetta di sicurezza dell'albergo. Portare comunque sempre con sé una fotocopia del passaporto (inclusa la pagina con il timbro d'entrata);
  • rifiutare bevande, cibo o sigarette offerti da sconosciuti: spesso contengono droghe destinate a stordire le vittime per poi derubarle.
  • spostarsi esclusivamente a bordo di tassì prenotati per telefono;
  • utilizzare i distributori di banconote solo di giorno e all'interno delle banche;
  • non opporre resistenza alle aggressioni, poiché vi è una forte predisposizione alla violenza. Gli aggressori non esitano ad uccidere.

Trasporti e infrastrutture

Viaggiare di preferenza in aeroplano oppure seguire unicamente le strade principali che sono sorvegliate e in buono stato. Tenuto conto dei rischi elevati di incidenti e di aggressione, si sconsigliano gli spostamenti interurbani notturni.

Può capitare che i valichi di frontiera vengano temporaneamente chiusi senza preavviso, p. es. durante le elezioni.

I valichi di frontiera tra la Colombia e Panama possono essere attraversati soltanto a piedi. È vietato varcare il confine via terra con qualsiasi tipo di veicolo.

Informarsi presso il posto di confine in merito alle disposizioni e agli orari di apertura attualmente in vigore.

Disposizioni giuridiche specifiche

Le infrazioni contro le leggi sugli stupefacenti sono punite severamente. Le condizioni di detenzione sono estremamente difficili.

Pericoli naturali

Il pericolo di terremoti è latente. La maggior parte dei vulcani del Paese, fra cui alcuni attivi, sono situati nella Cordillera Central. Dopo forti piogge occorre prevedere allagamenti e frane regionali. Prestare attenzione alle previsioni meteorologiche, nonché agli avvisi e alle direttive delle autorità locali (ad es. sbarramenti attorno a vulcani attivi e ordini di evacuazione).
Servicio geológico colombiano

Se durante il soggiorno dovesse verificarsi una catastrofe naturale si raccomanda di attenersi alle istruzioni delle autorità e di contattare tempestivamente i familiari. Se i contatti con l'estero sono interrotti, occorre rivolgersi all'Ambasciata di Svizzera a Bogotà.

Assistenza medica

Al di fuori delle grandi città, l'assistenza medica non è sempre garantita. In ogni caso si dovrà pagare anticipatamente il medico o l’intervento in un ospedale.

Se si necessita di particolari farmaci, occorre prevederne una scorta sufficiente. Va ricordato tuttavia che in molti Paesi vigono prescrizioni particolari per portare con sé medicinali contenenti sostanze stupefacenti (ad esempio il metadone) e sostanze per la cura di malattie psichiche. Si consiglia di informarsi eventualmente prima del viaggio direttamente presso la rappresentanza estera competente (ambasciata o consolato) e di consultare la rubrica Link per il viaggio, dove figurano ulteriori informazioni su questo argomento e in generale sul tema viaggi e salute.
Medici e centri di vaccinazione informano in merito al diffondersi di malattie e alle possibili misure di protezione.

Indirizzi utili

Numero di emergenza generale: 123
Policia Nacional de Colombia

Rappresentanze svizzere all'estero: in caso di emergenza all'estero, è possibile rivolgersi alla rappresentanza svizzera più vicina o alla Helpline DFAE.
Ambasciata di Svizzera a Bogotá
Helpline DFAE

Rappresentanze estere in Svizzera: per ottenere informazioni in merito all'entrata nel Paese (documenti autorizzati, visti, ecc.) occorre rivolgersi all'ambasciata o al consolato competente. Quest'ultimi danno inoltre ragguagli sulle prescrizioni doganali per l'importazione o l'esportazione di animali o di merci: apparecchi elettronici, souvenir, medicamenti, ecc.
Rappresentanze estere in Svizzera

Clausola di esclusione della responsabilità
I Consigli di viaggio del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) poggiano su fonti d'informazione proprie, reputate degne di fede. I Consigli di viaggio sono utili indicazioni ausiliarie per programmare un viaggio in modo accurato. Il DFAE non si assume tuttavia la responsabilità né della pianificazione né dello svolgimento del viaggio.
Le situazioni di pericolo sono spesso imprevedibili e confuse e possono mutare rapidamente. Il DFAE non garantisce la completezza dei consigli di viaggio e la correttezza delle informazioni riportate nelle pagine esterne collegate al sito. Declina ogni responsabilità per eventuali danni legati a un viaggio. Le pretese derivanti dall’annullamento di un viaggio vanno avanzate direttamente all’agenzia di viaggio o alla compagnia presso la quale si è stipulata l’assicurazione di viaggio.