Validi il:
Diffusi il: 27.11.2019

I seguenti capitoli sono stati aggiornati: Criminalità, Trasporti e infrastrutture.


Consigli di viaggio - Serbia

Valutazione sommaria

Il Paese può definirsi stabile.

Evitare dimostrazioni di qualsiasi tipo poiché atti di violenza sono possibili, soprattutto durante le partite di calcio.

Non si può escludere il rischio di attentati terroristici neanche in Serbia. La rubrica terrorismo e sequestri rende attenti ai pericoli del terrorismo.
Terrorismo e sequestri

Pericoli locali specifici

Per quanto riguarda la descrizione delle zone a rischio, le indicazioni fornite sono approssimative; i pericoli non possono essere circoscritti esattamente a una precisa regione.

In alcune regioni vi è ancora il pericolo di mine: nella Serbia Meridionale (regioni di Presevo, Bujanovac e Medvedja) e nella parte meridionale del confine con la Croazia. I campi minati sono di regola segnalati. Tuttavia, in seguito alle gravi inondazioni del maggio 2014 che hanno provocato anche numerose frane, alcune mine potrebbero essersi spostate dalle zone dove erano state in precedenza segnalate. Si raccomanda di viaggiare su strade molto trafficate e, nel dubbio, di informarsi presso le autorità locali e/o presso la popolazione.
Mine Action Centre of the Republic of Serbia

Criminalità

La microcriminalità esiste. I reati violenti occasionali si limitano la maggior parte delle volte a regolamenti di conti fra bande rivali.

I ladri di automobili preferiscono le marche costose e spesso distraggono i proprietari per ingannarli. Negli autogrill esiste il rischio di furti da auto parcheggiate. Si raccomanda la massima prudenza specialmente di notte.

Le persone che si fanno riconoscere in pubblico come omosessuali possono essere oggetto di aggressioni. Si raccomanda loro di rispettare le consuete misure di prudenza e preferibilmente di non viaggiare soli.

Trasporti e infrastrutture

Le strade sono talvolta in cattivo stato. Il comportamento imprevedibile di molti utenti rappresenta un ulteriore rischio. In caso di spostamento in automobile si raccomanda quindi prudenza. Si sconsiglia la traversata notturna del Paese al di fuori delle strade principali.

Ad ogni incidente deve essere avvertita la polizia per farle redigere un verbale di accertamento.

Le autostrade della Serbia sono soggette al pagamento di un pedaggio.
Roads of Serbia

Disposizioni giuridiche specifiche

Il tasso di alcolemia massimo per i conducenti è di 0,2 per mille (0,0 per mille per gli autisti di professione).

È vietato fotografare installazioni militari.

Le infrazioni alla legge sugli stupefacenti sono punite con vari anni d'incarcerazione.

Il trasporto di profughi all’interno di veicoli è considerato traffico di esseri umani e può essere punito con una pena detentiva di almeno sei mesi. Si raccomanda pertanto di non dare passaggi agli autostoppisti, neanche per brevi tragitti entro i confini serbi.

Lo stato dell'infrastruttura, dell'igiene e del cibo rendono le condizioni di detenzione considerevolmente più dure che in Svizzera.

Pericoli naturali

Negli ultimi anni si sono segnalate ripetute lievi scosse telluriche.

Assistenza medica

L'assistenza medica non è garantita ovunque al di fuori delle grandi città. Gli ospedali richiedono una garanzia finanziaria prima di trattare i pazienti (carta di credito o pagamento anticipato). Lo standard qualitativo degli ospedali è spesso molto carente. In caso di ferite e malattie gravi si raccomanda il rientro in Svizzera
Se si necessita di particolari farmaci, occorre prevederne una scorta sufficiente. Va ricordato tuttavia che in molti Paesi vigono prescrizioni particolari per portare con sé medicinali contenenti sostanze stupefacenti (ad esempio il metadone) e sostanze per la cura di malattie psichiche. Si consiglia di informarsi eventualmente prima del viaggio direttamente presso la rappresentanza estera competente (ambasciata o consolato) e di consultare la rubrica Link per il viaggio, dove figurano ulteriori informazioni su questo argomento e in generale sul tema viaggi e salute. Medici e centri di vaccinazione informano in merito al diffondersi di malattie e alle possibili misure di protezione.

Consigli specifici

Gli stranieri devono annunciarsi entro 24 ore presso il posto di polizia locale; gli alberghi normalmente provvedono a tale registrazione per i loro clienti.

È opportuno informarsi per tempo presso una rappresentanza di Serbia (Ambasciata a Berna o Consolato generale a Zurigo) in merito alle condizioni di entrata e di registrazione per persone e veicoli: consegna del lasciapassare, attestato d'assicurazione per veicoli ecc., soprattutto se s’intende entrare in Serbia in provenienza dal Kosovo.

Indirizzi utili

Polizia: 192
Ambulanza: 194
Pompieri: 193

Prescrizioni doganali per la Serbia: Customs Administration

Rappresentanze svizzere all'estero: in caso di emergenza all'estero, è possibile rivolgersi alla rappresentanza svizzera più vicina o alla Helpline DFAE.
Ambasciata di Svizzera a Belgrado

Helpline DFAE

Rappresentanze estere in Svizzera: per ottenere informazioni in merito all'entrata nel Paese (documenti autorizzati, visti, ecc.) occorre rivolgersi all'ambasciata o al consolato competente. Quest'ultimi danno inoltre ragguagli sulle prescrizioni doganali per l'importazione o l'esportazione di animali o di merci: apparecchi elettronici, souvenir, medicamenti, ecc.
Rappresentanze estere in Svizzera

Clausola di esclusione della responsabilità
I Consigli di viaggio del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) poggiano su fonti d'informazione proprie, reputate degne di fede. I Consigli di viaggio sono utili indicazioni ausiliarie per programmare un viaggio in modo accurato. Il DFAE non si assume tuttavia la responsabilità né della pianificazione né dello svolgimento del viaggio.
Le situazioni di pericolo sono spesso imprevedibili e confuse e possono mutare rapidamente. Il DFAE non garantisce la completezza dei consigli di viaggio e la correttezza delle informazioni riportate nelle pagine esterne collegate al sito. Declina ogni responsabilità per eventuali danni legati a un viaggio. Le pretese derivanti dall’annullamento di un viaggio vanno avanzate direttamente all’agenzia di viaggio o alla compagnia presso la quale si è stipulata l’assicurazione di viaggio.