L’accordo di partenariato economico globale AELS-Ecuador entra in vigore il 1° novembre 2020

Comunicato stampa, 30.10.2020

L’accordo di partenariato economico globale tra gli Stati dell’Associazione europea di libero scambio (AELS) e l’Ecuador entra in vigore il 1° novembre 2020. In tale prospettiva il 18 settembre 2020 il Consiglio federale ha deciso le modifiche di ordinanza per attuare le concessioni doganali previste nell’accordo. L’obiettivo dell’accordo è quello di contribuire a dare slancio alle relazioni commerciali tra gli Stati dell’AELS e l’Ecuador.

L’accordo di partenariato economico globale (CEPA) concluso tra gli Stati membri dell’AELS (Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera) e l’Ecuador permette alla Svizzera di rafforzare le sue relazioni economiche e commerciali con questo partner. Inoltre, migliora in modo significativo le condizioni d’accesso al mercato ecuadoriano e la certezza del diritto per l’industria di esportazione elvetica e corrisponde in gran parte agli accordi recentemente conclusi dagli Stati dell’AELS con Paesi terzi. L’accordo permette anche di scongiurare discriminazioni sul mercato ecuadoriano che potrebbero risultare soprattutto dall’accordo commerciale concluso tra l’Unione europea e l’Ecuador.

Portata dell’accordo
Il CEPA concluso tra gli Stati dell’AELS e l’Ecuador ha un vasto campo di applicazione. Contiene disposizioni concernenti il commercio di prodotti industriali, di prodotti della pesca e di altri prodotti del mare nonché di prodotti agricoli trasformati e di base. Sono oggetto dell’accordo anche gli ostacoli tecnici agli scambi (comprese le misure sanitarie e fitosanitarie), le regole d’origine, l’agevolazione degli scambi, gli scambi di servizi, gli investimenti, la protezione della proprietà intellettuale, la concorrenza, gli appalti pubblici, la composizione delle controversie nonché il commercio e lo sviluppo sostenibile.

Eliminazione dei dazi negli scambi bilaterali
Il CEPA permette di eliminare completamente o parzialmente i dazi doganali per la maggior parte degli scambi bilaterali con l’Ecuador e di promuovere il commercio. A partire dall’entrata in vigore dell’accordo, i dazi saranno eliminati immediatamente per il 60 per cento dei prodotti industriali attualmente esportati in Ecuador. Per il resto di questi prodotti sono previsti periodi di transizione; i dazi doganali saranno aboliti per oltre il 99 per cento dei prodotti al più tardi dopo dieci anni. La Svizzera potrà inoltre beneficiare di concessioni doganali su prodotti agricoli trasformati e non trasformati di suo interesse. In particolare, dall’entrata in vigore dell’accordo potrà esportare ogni anno un contingente di formaggio in franchigia doganale.

L’accordo è stato firmato dagli Stati partner il 25 giugno 2018 e approvato dalle Camere federali a giugno 2019.


Indirizzo per domande:

Fabian Maienfisch, portavoce SECO, Tel. 41 58 462 40 20, fabian.maienfisch@seco.admin.ch


Editore

Dipartimento federale dell