Obiettivi principali della DSC

La stragrande maggioranza dei poveri vive in zone rurali. Il loro sviluppo economico è una delle chiavi per ridurre la povertà globale. Per raggiungere questo obiettivo è necessario disporre di un settore finanziario che soddisfi sia i bisogni dei contadini e delle piccole aziende agricole sia quelli delle imprese non agricole come commercianti e artigiani.

Obiettivi principali della DSC

La DSC promuove approcci innovativi e progetti per lo sviluppo di un settore finanziario rurale che sostenga attività agricole e non agricole con adeguate prestazioni finanziarie come il risparmio, i crediti, il traffico dei pagamenti e le assicurazioni. Inoltre sfrutta sinergie con altre misure dello sviluppo agricolo come la promozione della qualità, la produttività e la commercializzazione della produzione agricola. Gli obiettivi principali sono elencati qui di seguito.

  • Sostegno, in ambito rurale, a istituzioni e strutture finanziarie economicamente sostenibili e orientate alla clientela, tra cui gruppi di risparmio e di credito o cooperative, ad alleanze tra istituti finanziari informali o formali, a banche universali con presenza in regioni rurali o a banche di sviluppo rurale della nuova generazione ecc.
  • Promozione della formazione e della formazione continua nel settore finanziario a tutti i livelli: in particolare clienti, personale, gestione e organi di direzione e di controllo di istituzioni finanziarie.
  • Promozione di innovazioni, per esempio di nuovi servizi e prodotti finanziari per contadini nonché aziende agricole e non agricole.
  • Promozione di condizioni quadro politiche e giuridiche favorevoli. 

Contesto

Malgrado la loro importanza economica, le regioni rurali presentano in generale una marcata insufficienza di servizi finanziari. Le offerte di servizi per contadini e imprese agricole e non agricole mancano del tutto o sono inadeguate e molto onerose.

I servizi finanziari richiesti in campagna sono diversi da quelli richiesti in città. Le esigenze di credito sono perlopiù a medio e lungo termine; per gli istituti finanziari è più rischioso concedere crediti e spesso i costi di transazione sono nettamente più elevati.

Sfide attuali

Lo sviluppo di sistemi finanziari rurali è legato a una serie di sfide specifiche, tra cui si annoverano una bassa densità demografica e un’attività economica ridotta, elevati costi di transazione a causa della mancanza di infrastrutture (strade, telecomunicazioni) o di registri della popolazione e delle proprietà insufficienti, mancanza di personale qualificato negli istituti finanziari a causa di un basso livello formativo, rischi agricoli particolari come precipitazioni variabili, infestazioni parassitarie e malattie nonché fluttuazioni dei prezzi.

Progetti attuali

Oggetto 1 – 8 di 8

  • 1

Sostenere la tracciabilità degli animali nella regione del Caucaso meridionale

L’immagine mostra in primo piano un vitello con un marchio d’identificazione all’orecchio destro.

15.06.2016 - 31.12.2021

Nell’agricoltura moderna è indispensabile conoscere la provenienza degli animali e raccogliere informazioni sulla loro salute per evitare la propagazione di malattie e impedire la commercializzazione di prodotti derivanti da animali malati. Un sistema di tracciabilità contribuirà ad aumentare i redditi degli agricoltori del Caucaso meridionale grazie all’effetto combinato di una migliore produttività degli allevamenti e di un migliore accesso ai mercati per i prodotti.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Caucaso meridionale
Agricoltura e sicurezza alimentare
Sviluppo della catena di valore agricola (til 2016)

15.06.2016 - 31.12.2021


CHF 5'935'000



Programme d’appui à la commercialisation du bétail en Afrique de l’Ouest (PACBAO)

01.07.2016 - 31.12.2021

L’élevage et les marchés des produits animaux contribuent à l’intégration régionale et à la sécurité alimentaire en Afrique de l’Ouest. La Suisse soutient la Communauté Economique des Etats de l’Afrique de l’Ouest (CEDEAO) et le secteur privé de la région afin de fluidifier les échanges des produits animaux entre les 15 Etats plus le Tchad. La finalité est d’accroitre le revenu des éleveurs, développer des emplois surtout pour les femmes et les jeunes et favoriser une transhumance apaisée dans la région.


Decentralized Rural Infrastructure and Livelihood Project (DRILP) – Phase III

01.01.2016 - 31.07.2021

DRILP Phase 3 will support the Government of Nepal to accelerate recovery and reconstruction following the devastating earthquake of 25 April 2015 and the major aftershock of 12 May 2015. The project will provide the Technical Assistance (TA) to implement the Asian Development Bank (ADB) financed Earthquake Emergency Assistance Project in rebuilding 450 kms of damaged roads in 12 districts[1] of Nepal and rehabilitate 200 kms of trails in two[2] districts.

[1] The 12 earthquake affected project districts are Solukhumbu, Okhaldhunga, Ramechhap, Dolakha, Kavre, Sindhuli, Kathmandu, Lalitpur, Bhaktapur, Lamjung, Gorkha and Chitwan

[2] Dolakha and Gorkha


Access Agriculture: Videos for Farmers

01.12.2015 - 30.06.2021

Access Agriculture is a global web platform aiming at providing easy access to agricultural learning and training videos of quality. Over 250 quality training videos will be available and translated into more than 60 local languages. These videos are targeted at small-scale farmers in developing countries as well as research staff, service providers, private and public extension services, farmer organisations and rural tv stations. They enable learning from farmer to farmer to support sustainable agriculture.


Seeds and Access to Markets Project (SAMP) Phase 3

01.10.2015 - 31.12.2021

The project contributes to increased food and nutrition security of smallholder farmers by improving availability of and access to adequate quantities of quality seeds and planting material of suitable and diversified crop varieties. This enables smallholder farmers to produce enough food to sustain themselves, their communities, and earn higher incomes. The project strengthens national and local farmer-led institutions, supports community seed and commodity production and strengthens seed and commodity distribution networks.


Contribution to the Pan African Bean Research Alliance PABRA

01.01.2015 - 31.12.2021

The greatest global challenge today is how to ensure food and nutrition security of a rapidly growing human population, considering climate change and without adversely affecting the natural base upon which the production is dependent. Beans, as the most important consumed grain legume, are a very good source of vitamins, minerals, and plant derived micronutrients. Significant yield increase of more than 60% are possible, following access to and use of improved varieties coupled with integrated crop management practices.


Programme d’Appui au Secteur de l’Elevage au Mali – PASEM

01.12.2014 - 31.05.2021

Malgré son importance dans l’économie, l’environnement et les sociétés (agro)pastorales, l’élevage rencontre plusieurs contraintes dont la faible productivité, l’insécurité foncière, la faible organisation des acteurs et une forme de marginalisation sociale des éleveurs. La DDC souhaite valoriser les immenses potentialités de l’élevage en renforçant l’approche chaine de valeurs orientée vers le développement des marchés et des acteurs du secteur privé, favorisant la prise en compte des pauvres, des femmes et des jeunes.


Programme d’Appui aux Filières Agropastorales de Sikasso – PAFA

01.06.2013 - 30.04.2021

La DDC soutient le Conseil Régional de Sikasso et les partenaires privés locaux dans l’amélioration des conditions cadres pour le développement des filières pomme de terre et lait. Les appuis apportés contribueront à une meilleure organisation des différents segments de ces filières, de la production au marché et à la valorisation locale des produits au profit des petits producteurs et transformateurs. A terme, plus de 360'000 personnes assureront leur sécurité alimentaire et réduiront leur pauvreté.

Oggetto 1 – 8 di 8

  • 1