Divisione Policy Planning

La Divisione Policy Planning consiglia e assiste la direzione del DFAE nello sviluppo strategico della politica estera svizzera. Fornisce le basi per la definizione della politica, spesso in collaborazione con le divisioni geografiche e tematiche competenti della Segreteria di Stato. 

Promuove l’approccio «whole-of-Switzerland» per la politica estera e intrattiene il dialogo con i partner interessati.

La Divisione ha innanzitutto il compito di garantire l’orientamento strategico della politica estera svizzera e di incentivare una cultura strategica. Si occupa pertanto di elaborare la Strategia di politica estera (SPE), adottata dal Consiglio federale per ogni legislatura. Inoltre segue la preparazione di strategie subordinate tematiche e geografiche, con cui il Consiglio federale concretizza importanti settori della SPE. Queste strategie subordinate costituiscono il secondo livello nello schema a cascata della strategia di politica estera. Il terzo livello comprende piani di attuazione a livello del DFAE, come ad esempio piani d’azione e linee guida.

Lo schema a cascata rafforza ulteriormente la coerenza della politica estera svizzera. I documenti di base fissano misure e obiettivi concreti che definiscono l’orientamento per gli anni a venire. Inoltre, sia il Consiglio federale che i dipartimenti definiscono obiettivi annuali. La Divisione Policy Planning coordina la pianificazione politica all’interno del DFAE ed è responsabile del relativo reporting, che comprende tra l’altro il rapporto sulla politica estera, con cui il Consiglio federale rende conto del suo operato.

Il Policy Planning funge anche da stato maggiore di pianificazione nell’ambito dell’analisi e della previsione di tendenze internazionali e sviluppi geopolitici. Raccoglie le conoscenze esistenti all’interno e all’esterno del Dipartimento e redige compendi e studi, spesso in collaborazione con altre divisioni. Inoltre organizza eventi allo scopo di favorire il dibattito tra le direzioni e di fornire spunti per soluzioni innovative. Il suo mandato contempla infine la promozione di una politica estera fondata sulla scienza e su dati empirici.

Le competenze e le reti pertinenti al di fuori dell’Amministrazione federale vanno utilizzate maggiormente ai fini della politica estera. L’approccio «whole-of-Switzerland», riconducibile a Una visione per la politica estera della Svizzera nel 2028 (AVIS28) guida anche l’attività della Divisione. Quest’ultima collabora in particolare con think tank e istituzioni scientifiche e porta avanti il dialogo con tutti gli attori rilevanti nell’ambito della politica estera.

Il Policy Planning è stata creata in virtù dell’ordinanza sull’organizzazione del DFAE (art. 6 cpv. 5f) riveduta nel dicembre del 2020 ed è operativa dall’aprile del 2021.