Sanità

L'Assemblea dell'Organizzazione mondiale della sanità a Ginevra
La Svizzera ospita numerose organizzazioni internazionali attive in campo sanitario, tra cui l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), con sede a Ginevra. © UNPhoto/Eskinder Debebe

Il DFAE contribuisce alla politica estera della Svizzera in materia di salute e lavora con vari attori nazionali e internazionali. Per poter mantenere una posizione coerente nei confronti dei propri interlocutori, la Svizzera deve conciliare gli interessi e i punti di vista dei vari partner.

Politica estera in materia di salute (PES)

Le nuove sfide globali hanno reso le tematiche sanitarie una questione centrale nella politica estera. È quindi necessario avere una logica comune di cooperazione e mostrare posizioni coerenti a livello internazionale, allineandosi agli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell'Agenda 2030. La Svizzera coordina i temi sanitari che rientrano nella politica nazionale, estera e di sviluppo per poter intervenire in modo convincente in seno a organismi e istituzioni internazionali e tutelare i propri interessi. A tal fine, ha sviluppato uno strumento per promuovere la cooperazione all'interno dell'Amministrazione federale: la politica estera della Svizzera in materia di salute (PES), adottata dal Consiglio federale nel 2012 e aggiornata nel 2019. Questa politica ha permesso alla Svizzera di profilarsi quale Paese pioniere a livello internazionale. La sua versione aggiornata per il periodo 2019-2024 definisce sei ambiti d’azione prioritari: tutela della salute e crisi umanitarie, accesso agli agenti terapeutici, assistenza sanitaria sostenibile e digitalizzazione, determinanti della salute, buongoverno nell’ordinamento sanitario globale e politica delle dipendenze.

Organizzazioni internazionali

La Svizzera ospita numerose organizzazioni internazionali attive in campo sanitario, tra cui l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), il Programma congiunto delle Nazioni Unite sull’HIV/AIDS (UNAIDS), il Fondo globale per la lotta contro l’AIDS, la tubercolosi e la malaria e l’Alleanza mondiale per i vaccini e l’immunizzazione (GAVI).

Anche altre organizzazioni internazionali, per esempio l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE), l’Organizzazione mondiale del commercio (OMC) o l’Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale (OMPI) si occupano di alcuni aspetti legati al settore sanitario. La Svizzera si impegna per mantenere una posizione coerente in seno a queste organizzazioni.

Scambi bilaterali

La Svizzera considera importanti anche gli scambi bilaterali con altri Stati. Il sistema sanitario svizzero è considerato uno dei più efficienti al mondo e suscita un crescente interesse all’estero. I prodotti farmaceutici rappresentano circa il 37,9% delle esportazioni di beni (dati del 2018, AFD) e il valore aggiunto lordo del settore sanitario (NOGA 86 e 87) è pari al 7,5% del prodotto interno lordo svizzero (dati del 2018, UST). In questo contesto, i contatti e lo scambio di esperienze su temi sanitari con gli altri Paesi rivestono grande importanza per la Svizzera.