Focus nuovo coronavirus (COVID-19)

Raccomandazioni

L'11 marzo 2020 l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha dichiarato che l'attuale epidemia può essere definita una pandemia. C'è un rischio di contrarre il nuovo coronavirus in tutte le regioni del mondo.

L’Ufficio federale della sanità pubblica UFSP consiglia ancora di rinunciare ai viaggi all’estero non necessari. Attualmente sono esclusi da questa raccomandazione:

  • i seguenti Paesi dello spazio Schengen: Austria, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Norvegia, Polonia e Svezia. Tuttavia, a causa dell’evoluzione epidemiologica attuale, l’UFSP sconsiglia i viaggi non strettamente necessari a destinazione delle determinate regioni dell'Austria, dalla Germania, della Francia e dell’Italia.*
  • come pure i Paesi seguenti: Australia, Bulgaria, Cipro, Corea del Sud, Giappone, Nuova Zelanda, Ruanda, San Marino, Tailandia, Uruguay, Vaticano.*

L'elenco dettagliato delle regioni sconsigliate nei quattro paesi vicini è disponibile sul sito
UFSP: Elenco di quarantena
Gli altri paesi sconsigliati sono elencati:
UFSP: Informazioni per chi viaggia

Indipendentemente dalle raccomandazioni dell'UFSP, in numerosi Paesi continuano a esistere restrizioni d’ingresso.

L’UFSP ha decretato che, chi entra in Svizzera in provenienza da Stati e da regioni con rischio elevato di contagio deve mettersi in quarantena per dieci giorni. Vedi l'elenco dell'UFSP costantemente aggiornato. *

* L'UFSP fornisce informazioni vincolanti in merito alle raccomandazioni di viaggio in relazione a Covid-19 e alle disposizioni svizzere in materia di quarantena.

Si raccomanda di osservare tutte le informazioni e i consigli dell’Ufficio federale della sanità pubblica UFSP. L’OMS fornisce informazioni sui Paesi colpiti dal virus nei suoi rapporti di situazione.
UFSP: nuovo coronavirus

WHO situation reports (inglese)

Prima di recarsi all’estero, si raccomanda di informarsi presso le rappresentanze estere in Svizzera (ambasciate e consolati) circa le disposizioni d’ingresso attualmente in vigore e altre misure volte a contenere la diffusione del nuovo coronavirus. Si veda sotto.
Rappresentanze estere in Svizzera


Disposizioni sull’ingresso nei singoli Paesi

In molti Paesi continuano a esistere restrizioni d’ingresso. Le prescrizioni variano da Paese a Paese e sono in continua evoluzione. Queste misure possono includere:

  • divieto di ingresso
  • modifica delle prescrizioni in materia di entrata e di visti
  • chiusura delle frontiere, dei porti e degli aeroporti
  • quarantena obbligatoria o autoisolamento dopo l’arrivo
  • obbligo di presentare un test per la COVID-19 negativo
  • monitoraggio del proprio stato di salute

Si raccomanda di informarsi prima del viaggio presso le rappresentanze estere in Svizzera (ambasciate e consolati) in merito ai provvedimenti attuali.
Rappresentanze estere in Svizzera


Misure all’interno di un Paese

Per limitare la diffusione del nuovo coronavirus è possibile che i Paesi colpiti decretino dei provvedimenti all’interno del Paese, anche se hanno allentato o revocato le norme d’ingresso, per esempio:

  • imposizione di una quarantena per sospetti casi di coronavirus. La quarantena può essere imposta a singoli individui o a hotel, navi da crociera ecc. Di norma, le strutture per la quarantena sono assegnate dalle autorità locali e non possono essere scelte individualmente.
  • restrizioni di viaggio all’interno del Paese
  • restrizioni della libertà di movimento, p.es. coprifuochi
  • isolamento di alcune regioni o luoghi colpiti dal virus
  • misure personali come il distanziamento sociale o l'obbligo di usare mascherine igieniche

Le rappresentanze estere in Svizzera si occupano anche di informare in merito a queste misure. Sul posto, seguire le istruzioni delle autorità locali, che sono vincolanti anche per i cittadini stranieri.
Rappresentanze estere in Svizzera


Assistenza medica all’estero

Ovunque nel mondo l’assistenza a pazienti colpiti dalla COVID-19 mette sotto pressione i sistemi sanitari. Anche in Paesi in cui abitualmente l’assistenza medica è buona, a volte le infrastrutture sanitarie non riescono, a livello nazionale o regionale, a far fronte alla situazione. Ciò significa che soprattutto in Stati in cui si registra un forte aumento dei casi si devono mettere in conto forti ritardi, o persino la sospensione dei trattamenti, anche in caso di altre malattie o lesioni. Si raccomanda di assicurarsidi disporre di un’assicurazione che copra eventualmente il rimpatrio per ragioni mediche.


Collegamenti internazionali

I collegamenti aerei e ferroviari sono ancora parzialmente limitati. Per informazioni sui collegamenti di viaggio, rivolgersi alle compagnie ferroviarie, alle compagnie aeree e alle agenzie di viaggio.

Se state pensando di viaggiare per via terrestre, informatevi presso le ambasciate dei paesi di transito e di destinazione se le frontiere sono aperte e in merito alle disposizioni d’ingresso per persone e veicoli.


Assistenza da parte del DFAE / Rappresentanze svizzere

I viaggiatori devono essere consapevoli del fatto che le restrizioni di viaggio transfrontaliere o nazionali potrebbero essere nuovamente inasprite e i collegamenti fortemente ridotti a seconda dell’evoluzione dell’epidemia. In tal caso, la Svizzera non organizzerebbe una nuova operazione di rimpatrio.

Informarsi prima della prenotazione del viaggio, presso un’agenzia e/o un’assicurazione viaggi, in merito alle prestazioni garantite in casi simili.

Ai viaggiatori che non hanno potuto ritornare sui voli di rimpatrio e che si trovano in situazioni di emergenza, così come agli svizzeri residenti all’estero, il DFAE offre assistenza e protezione consolare nel limite delle sue possibilità.
Aiuto all’estero

Rappresentanze svizzere all’estero

Clausola di esclusione della responsabilità
I Consigli di viaggio del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) poggiano su fonti d'informazione proprie, reputate degne di fede. I Consigli di viaggio sono utili indicazioni ausiliarie per programmare un viaggio in modo accurato. Il DFAE non si assume tuttavia la responsabilità né della pianificazione né dello svolgimento del viaggio.
Le situazioni di pericolo sono spesso imprevedibili e confuse e possono mutare rapidamente. Il DFAE non garantisce la completezza dei consigli di viaggio e la correttezza delle informazioni riportate nelle pagine esterne collegate al sito. Declina ogni responsabilità per eventuali danni legati a un viaggio. Le pretese derivanti dall’annullamento di un viaggio vanno avanzate direttamente all’agenzia di viaggio o alla compagnia presso la quale si è stipulata l’assicurazione di viaggio.