Inizio pagina

Comunicato stampa, 12.11.2021

Il consigliere federale Ignazio Cassis ha partecipato oggi a Parigi alla 41a Conferenza generale dell’UNESCO, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura e ha colto l’occasione per ribadire il suo sostegno alla nuova strategia 2022–2029 dell’Organizzazione dell’ONU e all’adozione di una raccomandazione sull’etica dell’intelligenza artificiale. Nel corso della giornata il vicepresidente del Consiglio federale parteciperà ai festeggiamenti per il 75° l'anniversario dell’UNESCO insieme a una trentina di capi di Stato e di Governo.

Davanti ai rappresentanti dei 193 Stati membri, il consigliere federale Ignazio Cassis ha sottolineato l’importanza dell’UNESCO come prezioso strumento di diplomazia scientifica ed educazione per tutti, e come organismo di promozione della cultura e della diversità. «Il mandato dell’UNESCO ci incoraggia a riflettere insieme su quello che vogliamo e possiamo essere, e ad agire congiuntamente», ha dichiarato nel suo discorso. Il consigliere federale Cassis ha inoltre espresso la sua soddisfazione per il contributo della Svizzera alla nuova strategia 2022–2029 dell’UNESCO, al centro della Conferenza generale.

Sinergie per un multilateralismo efficace

Il capo della diplomazia svizzera si è anche pronunciato a favore di un multilateralismo forte ed efficace, attraverso un rafforzamento delle sinergie tra l’UNESCO e le altre agenzie dell’ONU: «Questi partenariati sistemici sono fondamentali per la realizzazione dell’Agenda 2030 a cui l’UNESCO contribuisce», ha aggiunto. Il consigliere federale Ignazio Cassis ha inoltre ricordato l’attaccamento indefettibile della Svizzera al rispetto dei diritti fondamentali.

A questo proposito, il nostro Paese ha dato il suo sostegno alla raccomandazione sull’etica dell’intelligenza artificiale. Infine, il capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) ha colto l’occasione per congratularsi con la direttrice generale dell’UNESCO, Audrey Azoulay, recentemente eletta per un secondo mandato alla testa dell’Organizzazione.

75° anniversario dell’UNESCO

Quest’anno ricorre il 75° anniversario dell’Organizzazione dell’ONU. A fine giornata il consigliere federale Ignazio Cassis parteciperà alla celebrazione del giubileo insieme a una trentina di capi di Stato e di Governo. In questa occasione sottolineerà lo spirito di dialogo e di innovazione che la Svizzera coltiva attraverso le organizzazioni internazionali che ospita, soprattutto a Ginevra. Coglierà anche l’opportunità di promuovere la candidatura della Svizzera al Consiglio di sicurezza per il biennio 2023-2024.

Un forte sostegno da parte della Svizzera

Con un contributo annuale all’UNESCO di 3,7 milioni di franchi, la Svizzera è uno dei principali finanziatori rispetto alla popolazione. Attualmente è membro del Consiglio esecutivo dell’Organizzazione fino al 2023. La missione dell’Agenzia specializzata delle Nazioni Unite è di contribuire alla costruzione della pace, all’eliminazione della povertà, allo sviluppo sostenibile e al dialogo interculturale attraverso l’istruzione, le scienze, la cultura, la comunicazione e l’informazione.


Informazioni supplementari:

Svizzera-UNESCO
Discorso del Consigliere federale Ignazio Casis alla 41a conferenza generale dell’UNESCO (fr)


Indirizzo per domande:

Comunicazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel. Servizio di comunicazione: +41 58 462 31 53
Tel. Servizio stampa: +41 58 460 55 55
E-Mail: kommunikation@eda.admin.ch
Twitter: @EDA_DFAE


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri

Ultima modifica 26.01.2022

Contatto

Comunicazione DFAE

Palazzo federale ovest
3003 Berna

Telefono (solo per i giornalisti):
+41 (0) 58 460 55 55

Telefono (per tutte le altre richieste):
+41 (0) 58 462 31 53