Inizio pagina

Comunicato stampa, 28.06.2022

Il 27 e 28 giugno la segretaria di Stato del DFAE Livia Leu ha incontrato, tra gli altri, a Pristina e a Belgrado, il primo ministro del Kosovo Albin Kurti e il segretario di Stato serbo Nemanja Starović. Al centro dei colloqui, le relazioni bilaterali della Svizzera con questi due Stati e il grande impegno del nostro Paese nei Balcani occidentali. La Svizzera si adopera in molti modi per rafforzare i legami della Serbia e del Kosovo con l’Europa e considera la promozione della stabilità e dello sviluppo economico della regione un pilastro importante della propria politica estera.

I colloqui della segretaria di Stato Leu con il segretario di Stato serbo Nemanja Starović a Belgrado si sono concentrati sugli interessi comuni e sulle sfide nel campo delle relazioni bilaterali oltre che su questioni regionali nel contesto della guerra in Ucraina. Sono state inoltre discusse le possibilità di normalizzazione delle relazioni tra la Serbia e il Kosovo.

Anche durante gli incontri con il primo ministro kosovaro Albin Kurti e con il vice ministro degli esteri Kreshnik Ahmeti a Pristina è stata affrontata la questione delle relazioni del Kosovo con la Serbia e si è parlato delle ripercussioni del conflitto ucraino sulla stabilità nei Balcani occidentali.

Per la segretaria di Stato Livia Leu era importante capire, durante questi colloqui, quale fosse la situazione nei due Paesi. La Svizzera mantiene strette relazioni con entrambi gli Stati e si adopera in molti modi per rafforzare i loro legami con l’Europa. Così facendo promuove, nei Balcani occidentali, la stabilità e lo sviluppo economico, due pilastri della politica estera svizzera secondo la Strategia di politica estera 2020–2023 del Consiglio federale.

Nel maggio di quest’anno sono stati avviati nuovi programmi di cooperazione con la Serbia e il Kosovo. La Svizzera sostiene attivamente un riavvicinamento tra i due Paesi e si impegna a favore del processo di normalizzazione delle loro relazioni. La segretaria di Stato Livia Leu ha avuto un incontro su questo tema, a Pristina, con Miroslav Lajčák, rappresentante speciale dell’UE per i Balcani occidentali e il dialogo Belgrado-Pristina. L’incontro ha offerto l’occasione per discutere dello stato attuale dei negoziati tra Serbia e Kosovo. Di recente i due Paesi hanno per esempio concordato una roadmap per l’attuazione dell’accordo in ambito energetico. Lajčák ha espresso il suo apprezzamento per il contributo della Svizzera al processo di normalizzazione.

La segretaria di Stato ha inoltre incontrato il comandante della missione di pace in Kosovo (KFOR), il maggiore generale Ferenc Kajári. Il colloquio si è concentrato sulle questioni di sicurezza e sulle diverse attività della missione. La visita ha permesso alla segretaria di Stato di farsi un’idea della vita quotidiana del contingente svizzero Swisscoy.


Informazioni supplementari:

Articolo DFAE: «Non è trascorso molto tempo da quando la guerra imperversava nei Balcani»
Relazioni bilaterali Svizzera–Serbia
Swiss Cooperation Programm for Serbia 2022-25
Relazioni bilaterali Svizzera–Kosovo
Swiss Cooperatione Programme for Kosovo 2022-25
Factsheet: Swiss Cooperation in the Western Balkans


Indirizzo per domande:

Comunicazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel. Servizio di comunicazione: +41 58 462 31 53
Tel. Servizio stampa: +41 58 460 55 55
E-Mail: kommunikation@eda.admin.ch
Twitter: @EDA_DFAE


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri

Ultima modifica 28.01.2022

Contatto

Comunicazione DFAE

Palazzo federale ovest
3003 Berna

Telefono (solo per i giornalisti):
+41 58 460 55 55

Telefono (per tutte le altre richieste):
+41 58 462 31 53