Inizio pagina

Articolo, 14.01.2020

Il film «Honeyland» ha ottenuto due nomination agli Oscar nelle categorie «Miglior film straniero» e «Miglior documentario». La protagonista promuove la tutela dell’ambiente e l’uso sostenibile delle risorse naturali. A scoprirla è stato il Programma di conservazione della natura lanciato dalla Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC).

Un apicoltore tiene in mano un alveare da cui volano le api selvatiche.
L'apicoltrice Hatidze Muratova e il suo stile di vita amante della natura sono al centro del film documentario della Macedonia del Nord «Honeyland». © Photo by Ljubo Stefanov

In un piccolo villaggio annidato in un paesaggio idillico e montano nel Nord della Macedonia, Hatidze Muratova vive sola con la madre malata e anziana. Non soltanto si mantiene vendendo miele selvatico, ma segue un principio rigoroso di rispetto e armonia con la natura: prende solo metà del miele e lascia il resto alle api. Quando un giorno al villaggio arriva una famiglia numerosa e comincia a sfruttare le arnie su larga scala l’equilibrio si spezza. Questa è la storia raccontata dall’intenso documentario di Tamara Kotevska e Ljubomir Stefanov, «Honeyland».

Hatidze Muratova, che l’équipe impegnata nelle riprese ha seguito per tre anni, è stata scoperta attraverso il Programma di conservazione della natura della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC), che mette al centro la tutela dell’ambiente e l’uso sostenibile delle risorse. Attraverso questo progetto la DSC si impegna anche per il mantenimento dell’agrobiodiversità facendo leva sul sapere e sulle tradizioni delle popolazioni locali. 

«Siamo entusiasti di questa nomination!» dichiara Ruth Huber, capo del Settore Cooperazione con l’Europa dell’Est. «Alla DSC siamo da tempo molto attenti alla protezione dell’ecosistema e alla sostenibilità. Considero questa candidatura all’Oscar come una conferma del nostro lavoro per il bene delle popolazioni locali dei nostri Paesi partner».

Già premiato in numerosi festival, il film è stato selezionato dall’Academy per le categorie «Miglior film straniero» e «Miglior documentario». In autunno sarà possibile vederlo nelle sale di molti cinema svizzeri.

Appuntamento la notte di domenica 9 febbraio per la 92a cerimonia degli Oscar!

Ultima modifica 28.01.2022

Contatto

Comunicazione DFAE

Palazzo federale ovest
3003 Berna

Telefono (solo per i giornalisti):
+41 58 460 55 55

Telefono (per tutte le altre richieste):
+41 58 462 31 53